Non vi siete mai chiesti quante interpretazioni della crostata esistano? Io me lo chiedo spesso e penso che il numero non sia ancora stato scritto e mai probabilmente lo sarà. La crostata è come un piatto di pasta… fantasia allo stato puro! E in questo noi italiani siamo veramente bravi 😉

Questo fine settimana sono stata ispirata da delle bellissime mele e da un vasetto di confettura di mirtilli selvatici. Ho pensato a come poter unire i due ingredienti che nella mia mente avevano già creato un legame perfetto. Nasce così l’idea di preparare una crostata alle mele con confettura di mirtilli selvatici.

Ecco la lista della spesa:

400 gr di farina

200 gr di burro

170 gr di zucchero

un uovo

2 grosse mele golden

240 gr di confettura ai mirtilli

25 gr di mandorle a lamelle

mezzo limone

latte, sale

 

Preparate la frolla come di consueto: fate una fontana con la farina e al centro mettetevi l’uovo, il burro freddo fatto a piccoli pezzetti, 100 gr di zucchero, la scorza grattugiata di mezzo limone ed un pizzico di sale. Mescolate velocemente tutti gli ingredienti ed aggiungete se necessario due cucchiai di acqua fredda. Formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola trasparente e mettetelo in frigorifero a riposare per almeno 30 minuti.

Nel frattempo sbucciate e pulite le mele, fatele a fettine sottili, bagnatele con il succo di limone così che non si ossidino. Una volta che il panetto avrà riposato in frigorifero estraetelo e ponetelo su un piano da lavoro infarinato. Aspettate qualche minuto prima di tirare la pasta così che non si rompa. Prendete circa 2 terzi della pasta e stendetela con l’aiuto di un mattarello, con la sfoglia ottenuta ricoprite una teglia del diametro di 26/28 cm che avrete precedentemente imburrato ed infarinato; infine bucherellate il fondo ed i bordi. Sgocciolate le mele del succo di limone, cospargetele con 50 gr di zucchero e le mandorle a lamelle; mescolate il tutto e distribuitelo uniformemente sulla superficie della torta quindi ricoprite con la confettura ai mirtilli. Tirate la pasta restante e formate tante strisce così da formare una griglia da adagiare sulla crostata. Sigillate bene i bordi e formate una greca con i rebbi di una forchetta. Spennellate la superficie della pasta con il latte e per ultimo guarnite con lo zucchero semolato restante. Infornate la crostata a 180° per 35/40 minuti (la pasta dovrà essere dorata). Sfornate e lasciate raffreddare su una gratella. Il gioco è fatto… un dolce bello e buono!



crostata mele e mirtillicrostata mele e mirtilli
crostata mele e mirtilli

 

18 Comments on Crostata alle mele e mirtilli

  1. lellat
    1 aprile 2014 at 15:10 (5 anni ago)

    Bella la crostata e hai proprio ragione, ne possiamo fare quante ne vogliamo, basta un po’ di fantasia…:-)

    Rispondi
    • Parole di Gusto
      1 aprile 2014 at 17:05 (5 anni ago)

      Ed in cucina non c’è niente di meglio di questo 🙂

      Rispondi
  2. mariadallabona
    1 aprile 2014 at 15:41 (5 anni ago)

    Sembra ottima ! Proverò la ricetta grazie mille ?

    Rispondi
  3. foodlovecouture
    1 aprile 2014 at 15:42 (5 anni ago)

    Hai ragione, mille e una interpretazione della crostata! Meglio così, impossibile stufarsene. Ottima questa tua versione.

    Rispondi
    • Parole di Gusto
      1 aprile 2014 at 19:31 (5 anni ago)

      è anche uno dei miei dolci preferiti… forse è per questo che non mi stancherei mai di prepararne!

      Rispondi
  4. panelibrienuvole
    1 aprile 2014 at 19:36 (5 anni ago)

    Bella! La crostata è uno dei miei dolci preferiti…rustica e semplice!

    Rispondi
  5. giovannileo
    1 aprile 2014 at 22:41 (5 anni ago)

    …che buonaaaaa! l’amaro dei mirtilli si lega benissimo con il dolce delle mele! 😉

    Rispondi
  6. Valent1naOrs1n1
    3 aprile 2014 at 11:26 (5 anni ago)

    Ci penso spesso anch’io alla fantasia che ci contraddistingue. Se solo tutti lo capissero, sai a quali meraviglie assisteremmo tutti i giorni? Beh, intanto mi segno anche questa, sembra (e lo sarà senz’altro) deliziosa. 🙂

    Rispondi
    • Parole di Gusto
      2 maggio 2014 at 18:21 (5 anni ago)

      Grazie! Questa rimane una delle mie ricette preferite 😉

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *